Il diario di guerra dell’Ardito Mario Da Prato permette al lettore e allo studioso di conoscere la nascita del XXIV° Reparto d’Assalto divenuto poi tra l’aprile e il maggio del 1918, X° Reparto. Quando nel giugno del ‘18 la Prima Divisione d’Assalto passò al comando del Generale Zoppi, il X° Reparto fu scelto a farne parte, e fu aggregato al 1° Gruppo comandato dal Colonnello Grillo. Da Caussa, gli Arditi si spostarono vicino a Cittadella di Padova per organizzazione la divisione. In quel periodo il comando del X° Reparto fu assunto dal Maggiore Gualtieri. Mario Da Prato ci racconta quanto avvenne in quelle settimana di guerra sul Piave e sul Montello, ma anche lo spostamento, al termine del conflitto in Libia e poi le operazioni in Albania. Nel diario anche l’impegno politico del socialista Da Prato che per questo viene, con altri, condannato dal tribunale militare a due anni di

carcere.

 

L'Autore

Mario Da Prato è stato nominato Cavaliere di Vittorio Veneto.

É stato insignito anche della Croce di Guerra per il conflitto 1915-1918.

É stato consigliere comunale ininterrottamente per oltre trent’anni del partito socialista al comune di Barga. Nel 1988 Mario Da Prato è stato premiato con il Premio Cesare Biondi con la seguente motivazione: “Vita dedicata alla comunità ed all’ideale socialista”.
 

Un soldato qualunque. Un Ardito al fronte 1917-1920

SKU: ISBN 9788832871777
€ 14,00Prezzo