Il 20 marzo e il 23 giugno del 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale sull’Appennino reggiano, avvennero ad opera di tedeschi e fascisti della RSI due stragi di civili. Le operazioni erano in stretta relazione con il disegno e la preparazione della Linea Gotica, e rientravano tra le stragi che coinvolsero la Toscana e l’Emilia Romagna con in primo piano gli eccidi di Monte Sole e di Sant’Anna di Stazzema.
Il primo tragico fatto avvenne a Cervarolo dove furono trucidati ventiquattro uomini del paese in quanto additati come partigiani.
Il secondo fu la strage della Bettola, avvenuta nella notte tra il 23 e il 24 giugno 1944, dove vennero assassinati trentadue persone tra uomini, donne e bambini. Le vittime di entrambe le stragi erano civili estranei alle vicende belliche.
Grazie ai documenti e alle testimonianze dirette di sopravvissuti alle due stragi, il saggio ricostruisce i due tragici eventi.

 

L'autrice

Anna Lombardi, nata a Castelnovo ne’ Monti (RE) nel 1996, si è diplomata al liceo delle Scienze Umane presso l’Istituto Cattaneo dall’Aglio, successivamente ha conseguito la laurea triennale in Storia presso l’Università degli Studi di Milano (La Statale) e prossima alla laurea magistrale in Scienze Storiche presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.
Durante la sua carriera universitaria ha iniziato ad interessarsi alla Storia Contemporanea ed in particolare alla storia del suo territorio (Appennino emiliano).
Questo saggio nasce dalla tesi di Laurea triennale quando, durante la stesura, l’autrice ha avuto la grande opportunità di incontrare e intervistare gli ultimi testimoni diretti delle due stragi avvenute nella provincia di Reggio Emilia nel 1944.

Le stragi naziste e fasciste di Cervarolo e della Bettola Reggio Emilia 1944

SKU: ISBN 9788832871999
€ 15,00Prezzo