Storia della partigiana francese Jeannette Mayne che si trovò nel 1944 a Bagni di Lucca tra l'XI Zona partigiana e l'occupazione tedesca. Ci sono, nella vita di ciascuno di noi, incontri che nel corso del tempo non riescono a fissarsi nella memoria né a coinvolgere né scalfire i nostri sentimenti, così che di essi rimane solo una flebile e vaga traccia. Altri incontri invece sono così coinvolgenti che lasciano un segno duraturo, caricandoci di un fardello di emozioni, di passioni, di amicizia e, talvolta, di amore, che pretendono di restare con noi fino alla fine dei nostri giorni. L'incontro di Virginio Monti con Jeannette Mayne è sicuramente ascrivibile a questa seconda specie se, a venti anni di distanza dalla morte di lei, lui ha deciso di dedicarle questa pubblicazione. Per chi, come Virginio, ha impegnato la sua intera militanza politica a battersi per affermare i valori della giustizia e dell'antifascismo o, per dirla nella lingua madre di Jeannette, i valori di "liberté, egalité, fraternité", non deve essere stato difficile restare affascinato dalla figura di questa donna, così combattiva e coerente con quei valori fino all'ultimo istante della sua lunga vita.

 

L'Autore

Virginio Monti nasce a Lucca nel 1947 ma vive da sempre a Bagni di Lucca. Negli anni '60 frequenta l'ITIS, dove si distingue tra gli animatori del movimento studentesco lucchese, entrando a far parte della "sinistra extraparlamentare" e collaborando alla fondazione di una organizzazione marxista-leninista.
Raggiunto il diploma si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Pisa, che però abbandona per iniziare il suo lavoro di operaio in fabbrica.
Dopo una militanza in Democrazia Proletaria, si iscrive a Rifondazione Comunista che lascerà con altri compagni per aderire al Movimento per la Confederazione dei Comunisti.
Nel 1976 si sposa con Stella Salotti da cui avrà tre figli: Ramona, Paloma e Luca. Raggiunta l'età della pensione, oggi può dedicare più tempo a leggere e studiare la storia del Movimento Operaio e della Resistenza. Le sue passioni principali, mai abbandonate, sono il gioco degli scacchi e il pensiero politico che così manifesta: "In un mondo dove le leggi del mercato capitalistico sono riuscite a marginalizzare e disarticolare il movimento operaio e sindacale, anche a causa di gravi cedimenti della sinistra storicamente determinata e dei sindacati stessi, il pensiero marxista mantiene inalterate le sue qualità strategiche, la sua centralità da cui occorrerà ripartire per rilanciare a livello di massa la sempre più indispensabile lotta alle crescenti diseguaglianze”.

La francese. La lunga vita di Giovanna Mayne

SKU: ISBN: 9788899141400
€ 13,00Prezzo

Tralerighe libri editore

Marchio editoriale di Andrea Giannasi editore

Sede legale:

via Pisana Trav. I, 18 -

55100 Lucca

tralerighelibri@gmail.com

P.iva 09345201009

Codice SDI: W7YVJK9

Negozio online

Socials

Essere i primi...

Ricevi la nostra newsletter