L’otto luglio 1978 Sandro Pertini fu eletto a stragrande maggioranza settimo Presidente della Repubblica italiana. Qualche anno dopo, il suo sorriso festante durante la finale dei mondiali di calcio di Spagna ’82 lo immortalò nell’immaginario collettivo e nazional-popolare. Non tutti sanno, però, che dietro quel sorriso gioioso ed energico si celava una giovinezza completamente sacrificata alla causa dell’antifascismo, un dolore strisciante fatto di umiliazioni, privazioni e torture di durata quasi ventennale.

Dal delitto Matteotti, punto di svolta della sua parabola di vita personale e politica, passando per le prime aggressioni squadriste che gli impediranno di svolgere la professione di avvocato, fino ad arrivare agli anni dell’esilio vissuti in Francia tra Parigi e Nizza e ai terribili anni passati in carcere e al confino come prigioniero politico “spavaldo e fegatoso”.

Questa è la storia di un giovane uomo capace di combattere per un ideale politico e umano “non solo senza paura ma anche senza speranza”.

 

L'autore

Raffaele Boianelli, classe 1979, è laureato in scienze storiche presso l’Università “Federico II” di Napoli, con un Master in geopolitica e sicurezza globale presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Appassionato e innamorato fin da bambino di Storia, ha fatto di quest’ultima la sua principale passione e compagna di vita.

Il giovane Pertini, un eroe italiano. Un'odissea senza fine 1925-1943

SKU: ISBN 9788832871876
€ 15,00Prezzo