Le verità e le bugie intorno ai due dittatori che hanno portato il mondo alla distruzione durante la Seconda guerra mondiale. Da una parte il Führer con sangue ebraico e forse origini berbere. Dall'altra il campione della famiglia italiana, il Duce, che si innamorò di Claretta Petacci che probabilmente era una spia degli inglesi. In mezzo: una lettera di Gandhi, il complotto di Papa Pio XII e il premio Nobel per la pace caldeggiato come provocazione. Poi la fine nel bunker di Berlino: fu vero suicidio con Eva Braun o Adolf Hitler fuggì e si nascose in Sudamerica? In Italia Benito Mussolini e il balilla ebreo, ma anche le cinquemila donne possedute, in un trionfo di sanguinario maschilismo. La fine, avvolta dai misteri, e una domanda: quando venne fucilato Mussolini era già morto? Due storie intrecciate, avvitate, unite nell'odio e nella prevaricazione. Hitler e Mussolini, dittatori potenti e crudeli, raccontati nelle loro piccole deformanti e maniacali debolezze umane.

 

Gli Autori

Pino Scaccia è un giornalista italiano. È stato uno degli inviati storici del Tg1 Rai. Ha seguito i più importanti avvenimenti degli ultimi trent'anni: dalla prima guerra del Golfo al conflitto serbo croato, dalla disgregazione dell'ex Unione Sovietica fino alla crisi in Afghanistan, oltre al difficile dopoguerra in Iraq (dove è stato l'ultimo compagno di viaggio di Enzo Baldoni) fino alla rivolta in Libia.
Ha vinto, fra gli altri, il premio cronista dell'anno per lo scoop su Farouk Kassam, il Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi e il premio Paolo Borsellino. È stato docente del master di giornalismo radiotelevisivo all'Università Lumsa di Roma.
Ha pubblicato dieci libri.
Armir, sulle tracce di un esercito perduto (1992 e 2015);  Sequestro di persona (2000); Kabul, la città che non c'è (2002); La Torre di Babele (2005); Lettere dal Don (2011); "Shabab - la rivolta in Libia vista da vicino" (2011);  "Mafija" - dalla Russia con ferocia (2014);  "Nell'inferno dei narcos" (2015);  "Giornalismo, ritorno al futuro" (2015).

 

Anna Raviglione è nata a Biella nel 1966. Laureatasi in Linguistica generale all’Università del Piemonte Orientale, insegna Italiano e Storia presso l’Istituto Superiore E. Bona di Biella.
In passato si è dedicata alla ricerca storico-lessicale, con particolare attenzione ai termini dialettali dell’industria tessile biellese.
Ha pubblicato: "Il lessico dell’industria tessile biellese", 2000, a cura del DocBi, Centro Studi Biellesi e "Un’indagine perlustrativa alla scoperta del lessico dell’industriale tessile biellese" sulla rivista Geotema 35-36, 2009 Anno internazionale delle fibre tessili, Bologna, Patron editore, 2008.
Nel 1997 è stata socio fondatore dell’Università Popolare Subalpina di Biella.

Dittatori. Hitler e Mussolini tra passioni e potere

SKU: ISBN: 9788832870565
€ 15,00Prezzo

Tralerighe libri editore

Marchio editoriale di Andrea Giannasi editore

Sede legale:

via Pisana Trav. I, 18 -

55100 Lucca

tralerighelibri@gmail.com

P.iva 09345201009

Codice SDI: W7YVJK9

Negozio online

Socials

Essere i primi...

Ricevi la nostra newsletter