É appena diventata avvocato Elisa Bramanti, la praticante legale che con la sua ostinazione nel precedente romanzo, “Colleghi e Carogne”, aveva risolto il caso dell’impiegato ingiustamente accusato di aver massacrato di botte il direttore corrotto. Superato l’esame si accinge a fare un po’ di vacanza al mare, ma quando arriva sulla spiaggia dell’isolotto dei Gabbiani trova il bagnino, suo compagno di studi del liceo, ucciso a colpi di spranga. La famiglia della vittima la incarica di seguire l’inchiesta della magistratura come parte civile e l’avvocata viene a sapere dalla polizia che il suo amico era in realtà un gigolò che si vendeva a donne e uomini. Per la polizia il bagnino (che gestisce anche il chiosco bar dell’isolotto) è vittima della passione tradita di una nota manager di una finanziaria, sulla cinquantina, nota come “Panterona” per la sua aggressività. Per quanto sconvolta dalla doppia vita non sospettata dell’amico, Elisa non crede alla pista passionale e cerca di trovare il vero movente nelle battaglie della vittima a tutela delle bellezze naturali. Indagando con ostinazione, mette inconsapevolmente il naso in una vicenda di speculazioni gestite anche da personaggi della mafia russa e pubblici dipendenti e amministratori corrotti, che non esitano a neutralizzare ed eliminare ogni possibile ostacolo con una serie di delitti che pare inarrestabile.

 

L'autore

Marco Amerigo Innocenti, giornalista professionista dal 1981, ha lavorato per i quotidiani La Nazione (come collaboratore) fino al 1973, Paese Sera (come corrispondente) fino al giugno 1978 e successivamente, dal luglio 1978, ha lavorato per Il Tirreno, di cui è stato vice-caporedattore responsabile delle cronache di Lucca, Pistoia e Montecatini dal 1985 al 2015. Per Il Tirreno continua a scrivere editoriali, articoli e interviste. É stato corrispondente da Lucca dell’agenzia Ansa (per 15 anni) e collaboratore de La Repubblica. Ha scritto anche per L’Espresso, Epoca e Toscana Qui.

Ha scritto (1997) il romanzo “Il podere a mezza costa” (1997) e “Colleghi e Carogne” (2019), primo caso della penalista Elisa Bramanti.

Perchè muore un gigolò

SKU: ISBN 9788832872286
€ 16,00Prezzo